Girard-Perregaux

Eredità e dovere
La Maison Girard-Perregaux ha appena celebrato il suo 225esimo anniversario. Per noi questa eredità favolosa è anche un dovere. Il dovere di continuare sul percorso tracciato dai nostri predecessori, che hanno fatto dell’innovazione una delle caratteristiche della marca. Il dovere di concepire e proporre orologi che diventeranno icone, com’è accaduto per numerosi
modelli Girard-Perregaux fin dalla fondazione della Manifattura.

Il dovere,infine, di perpetuare uno stile, un desiderio, una memoria, un’audacia, una qualità che, nel corso degli anni, hanno forgiato la reputazione della marca.
A noi piace dire che non ci sono misteri all’interno di un Girard-Perregaux, solo due secoli di competenze e una passione infinita per la perfezione.
Questo è vero fin dal 1791; i modelli attuali firmati Girard-Perregaux ne sono sempre la garanzia. In questo consiste la nostra responsabilità.

Da oltre 225 anni Girard-Perregaux, manifattura svizzera d’Alta Orologeria, cerca la perfezione orologiera nella tecnica e nell’estetica. Le origini della marca risalgono a Ginevra e al 1791, quando Jean-François Bautte, i cui laboratori saranno rilevati da Girard-Perregaux nel 1906, firma i suoi primi orologi. Il nome della marca è registrato nel 1856, nella città orologiera di La Chaux-de-Fonds, in seguito all’unione tra Constant Girard e Marie Perregaux.
Nel corso della sua lunga storia, Girard-Perregaux non ha mai smesso di perpetuare le competenze che situano i suoi orologi all’avanguardia dell’innovazione orologiera, come dimostrano i 90 brevetti detenuti dalla Maison fino ad oggi.